AZIENDA AGRICOLA PROTETTA "FONTE 4" / VAGLIO

L’azienda agricola protetta, realizzata e gestita in stretta collaborazione con la Fondazione Lions Club Lugano quale ente proprietario degli stabili e del terreno, sorge ai margini del nucleo di Vaglio, nel comprensorio del comune di Capriasca.

Essa è volta all’occupazione professionale di persone affette da disabilità mentale lieve o con disturbi della sfera psichica.

I posti di lavoro, complessivamente 20, sono disponibili all’interno dei settori dediti all’agricoltura, allevamento, falegnameria e trasformazione dei prodotti alimentari.

Per i disabili che sono impiegati nell’azienda agricola protetta Fonte 4 vi è la possibilità di pranzare sul posto nell’accogliente mensa; quest’ultima, per alcuni di loro, funge pure da luogo di inserimento per svolgervi l’attività lavorativa.

 

All’interno del programma lavorativo vi è la possibilità di svolgere un tirocinio, sia esso di livello normale (AFC) che in situazione empirica / pratica, e ciò in dipendenza delle capacità dimostrati dall’utente.

L’obiettivo formativo è sostanzialmente mirato alla possibilità di un inserimento professionale esterno al contesto protetto, con particolare riferimento alle competenze professionali acquisite.

L’Azienda agricola protetta Fonte 4 nel corso degli anni si è espansa e potenziata nell’offerta alla clientela, divenendo un punto di riferimento costante per la popolazione della regione.

La stessa può infatti recarsi a fare i propri acquisti direttamente sul posto durante l’arco della settimana, come pure presso i mercati appositamente organizzati nei paesi limitrofi (Tesserete, Ponte Capriasca) o ad eventi organizzati in altri luoghi mirati.

L’azienda protetta opera in collaborazione con altre entità presenti sul territorio, in particolare con l’EnteTuristico Valli di Lugano nell’ambito della gestione del “giardino delle erbe aromatiche”; esso è parte di un percorso didattico visitabile dalla popolazione, che è dato in gestione all’azienda protetta.

Nel corso della stagione autunnale è inoltre in funzione un torchio per la spremitura pubblica della mela nostrana.