Chania

Missione

Insieme agli utenti, desideriamo offrire alle persone interessate alle nostre attività delle esperienze nella vita quotidiana capaci di ispirare fiducia, relazioni, piacere, intuizioni.

Consideriamo essenziali alcuni principi fondamentali quali il rispetto della dignità delle persone con disabilità, dei loro interessi e della loro libertà nelle scelte di vita. Con le nostre differenziate offerte negli ambiti abitativo e lavorativo vogliamo facilitare gli utenti nell’acquisire interessanti, piacevoli e variegate esperienze nella vita di ogni giorno: esperienze che rinforzino le loro capacità, la loro autonomia, il loro senso di responsabilità e lo sviluppo di prospettive personali positive. La cura del rispetto e della fiducia nelle relazioni è per noi di primaria rilevanza.

Sviluppiamo e offriamo servizi efficaci, professionali, agili e finanziariamente sostenibili. Con il nostro lavoro desideriamo dare un contributo
al livello di qualità di vita e al benessere sociale, culturale e civile nelle regioni nelle quali siamo presenti.

Chania

Storia

10 novembre 1980

Costituzione della Fondazione La Fonte per volere
di alcuni genitori di ragazzi disabili e grazie ad una
generosa donazione da parte del Signor Ermanno
Bassani.

Apertura del laboratorio protetto nella Villa Bolla Rava a Viganello

 

1983

Apertura del laboratorio protetto in via Gemmo a Lugano

 

1986

Apertura della casa a Neggio grazie alla generosa
disponibilità della Fondazione Giuseppe Soldati.
Apertura dell’azienda agricola protetta a Vaglio
grazie al sostegno del Lions Club Lugano ed in
collaborazione con la Fondazione G. G. Görlich

 

1991

Apertura di alcuni appartamenti protetti a Lugano

 

1994

Apertura del foyer in via J. Corty ad Agno grazie a
una donazione della Fondazione Wanda e Nanni
Bassani e con il contributo della Fondazione Alfonso Trivellin

1994

Apertura del laboratorio panetteria-pasticceria con negozio a Molino Nuovo

 

1997

Trasloco dei laboratori da Villa Bolla Rava e da via Gemmo in via Pezza 3 ad Agno

 

2002

Apertura della casa in via Beltramina a Lugano

 

2004

Gestione del Cafè-SUPSI di Manno

 

2005

Apertura dello snack bar con negozio in via Giuseppe Buffi a Lugano e trasferimento della produzione da Molino Nuovo alla nuova struttura

 

2015

Ristrutturazione dello snack bar con negozio di via Giuseppe Buffi e trasferimento della produzione ad Agno

Il consiglio di fondazione

Il Consiglio si compone di undici persone: Lorenzo Emma (Presidente), Corrado Finzi (Vice Presidente), Adriano Agustoni, Giuseppe Ambrosetti, Claudia Bosia, Carlo Calanchini, Hamid-Reza Khoyi, Emanuele Saurwein, Elena Soldati, Ulisse Sutter, Elena Wullschleger.

Il consiglio di direzione

Il consiglio è composto da tre persone: Matteo Innocenti (Direttore), Luisa Tettamanti (Responsabile amministrativa), Stefano Rimoldi (Responsabile servizi di supporto).

 

L’organigramma

Il nostro organigramma nasce con l’obiettivo principale di combinare una gestione mirata, efficiente e differenziata delle diverse strutture, con l’esigenza di governare, semplificare e sviluppare continuamente i processi aziendali.

I Capi struttura rispondono direttamente al Direttore, mentre l’organizzazione delle attività nel Consiglio di Direzione riflette la struttura dei più importanti processi presenti nella Fonte: Matteo Innocenti presiede i processi di gestione, il processo di accompagnamento e cura utenti ed i processi sviluppo qualità e risorse umane, Luisa Tettamanti è responsabile dei processi finanziari ed amministrativi, Stefano Rimoldi è responsabile dei processi legati ai servizi di supporto (sicurezza, servizi, organizzazione di stage).

 

Le cifre in breve

Alla fine del 2016 la Fondazione la Fonte accompagnava nelle sue diverse strutture 150 utenti. Alla stessa data la Fonte contava 98 collaboratrici e collaboratori (esclusi stagiaire e supplenti), per un totale di circa 68 ETP (addetti equivalenti a tempo pieno).

La Fondazione la Fonte è molto impegnata in ambito formativo. A titolo esemplificativo indichiamo che la Fonte nel 2016 ha seguito 8 apprendisti, 3 stagiaire SUPSI, 15 stagiaire SSPSS ed ha inoltre offerto 15 stage generici e preformativi e 10 stage brevi di orientamento.

Grazie al regolare impegno di diversi volontari, alcuni utenti possono intraprendere attività individuali nel loro tempo libero.

I costi d’esercizio annui della Fonte si aggirano su una cifra di poco superiore ai 10 milioni.

La fonte 1

Centro Diurno

Ubicato ad Agno, offre 28 posti a persone con disabilità cognitiva e psichica di grado medio / grave, con associati disturbi di natura motoria. Le attività occupazionali sono strutturate in diversi atelier (di tipo artigianale e non), mentre quelle terapeutiche sono mirate alle aree cognitiva, affettiva-emozionale e motoria.

La Fonte 3

Casa con occupazione

La casa è situata a Neggio e ospita ventuno persone con disabilità cognitiva e psichica di grado medio / grave, con associati disturbi di natura motoria.

La Fonte 5

Appartamenti protetti

Nella regione del luganese accompagniamo dieci persone con disabilità nella gestione degli aspetti della quotidianità (ad esempio cura della propria persona, pratiche amministrative, occupazione del tempo libero) e dell’integrazione sociale e/o professionale.

La Fonte 7

Laboratorio protetto gastronomia

Offre 18 posti di lavoro a persone con una disabilità prevalentemente psichica e comprende un’unità produttiva panetteria-pasticceria ad Agno, lo snack bar “Il Fornaio” in via G. Buffi (di fronte all’Università), un punto vendita in piazza Molino Nuovo a Lugano e, infine, il Café-SUPSI nella sede di Manno della Scuola Universitaria Professionale.

La fonte 2

Laboratorio protetto multidisciplinare

Ubicato ad Agno, offre 28 posti di lavoro a persone con disabilità cognitiva e psichica di grado lieve / medio. Le attività lavorative all’interno sono diversificate (mailing, imballaggi e spedizione, assemblaggi, lavori conto terzi), mentre alcuni utenti lavorano stabilmente presso ditte esterne.

La Fonte 4

Laboratorio protetto agricolo

La struttura è ubicata a Vaglio e offre 24 posti di lavoro a persone con disabilità cognitiva e psichica di grado lieve / medio. L’azienda è attiva nell’ambito ortofloricolo, nell’allevamento di animali di bassa corte, nella trasformazione alimentare di prodotti agricoli e in lavori di falegnameria.

La Fonte 6

Casa senza occupazione

La casa è situata in una zona residenziale di Agno e ospita sei persone con disabilità cognitiva e psichica di grado lieve / medio.

La Fonte 8

Casa con occupazione

E` una casa con occupazione situata a Lugano, dove abitano sette persone con disabilità fisiche (difficoltà motorie gravi), unite a problemi di ordine psichico e cognitivo.

Realizzare la nostra missione nelle attività quotidiane richiede un vivo interesse ed un sentito rispetto verso persone con disabilità, un’adeguata formazione, capacità organizzative e di lavoro in team, nonché specifiche esperienze professionali e capacità personali proprie al profilo delle diverse funzioni.

Se desideri candidarti ad una posizione vacante sotto elencata, ti preghiamo di inviare la tua domanda di lavoro alla sede della nostra Fondazione, rispettivamente in formato pdf a info@lafonte.ch. La candidatura dovrà contenere una lettera di presentazione, il curriculum vitae, copia dei certificati di studio e di lavoro, l’estratto del casellario giudiziale, le referenze.


Attualmente non ci sono posizioni vacanti